1

2

3

[Un brindisi al sake caldo]

Recentemente, siamo venuti a conoscenza delle notizie riguardanti il "Festival del Sake" tenutosi a Melbourne, in Australia. I biglietti, al prezzo di circa 6.600 yen nella valuta giapponese, sono stati esauriti, e circa 3.000 persone hanno partecipato a questo evento popolare nel corso di due giorni. Uno dei modi preferiti per gustare il sake al festival è stato servirlo caldo, conosciuto come "atsukan".

Quando il sake viene riscaldato, emergono la dolcezza intrinseca e la ricchezza del riso, attenuando il sapore dell'alcol e risultando in un sapore morbido e delicato. Il sake servito caldo è chiamato "kanzake", e uno degli aspetti affascinanti è che il gusto varia in base alla temperatura.

Lo stile "atsukan" prevede il riscaldamento del sake a circa 50-55 gradi Celsius, esaltandone i sapori e gli aromi, rendendolo una scelta ideale per un sake honjozo croccante e secco. D'altro canto, "jokan" è quando il sake viene riscaldato a circa 45-50 gradi Celsius, sprigionando un aroma più raffinato e un sapore più ricco, ideale per il sake junmai o honjozo ricco e corposo. Una temperatura leggermente più fresca, "nurukan", intorno ai 40 gradi Celsius, accentua la fragranza e si abbina bene con il sake ginjo fragrante e delicato. Per una temperatura ancora più bassa, "hitohada kan", a 35-40 gradi Celsius, si può apprezzare il piacevole profumo di riso e koji, rendendolo una scelta deliziosa per il sake daiginjo o ginjo fruttato e aromatico. Altre opzioni di temperatura includono "tobikiri kan", gustato a circa 55 gradi Celsius, e "hinata kan", sorseggiato a circa 30 gradi Celsius. Ti invitiamo a scoprire le tue preferenze in base alla varietà di sake.

Per riscaldare il sake, ti consigliamo di utilizzare un tradizionale oggetto in stagno chiamato "chirori". Il chirori è un recipiente cilindrico con manico e beccuccio progettato per scaldare il sake immergendolo in acqua calda. L'origine ed etimologia del chirori non sono del tutto chiare, ma si ritiene che sia stato introdotto dalla Cina ed era già in uso durante la tarda era Edo.

Ecco una semplice guida su come riscaldare il sake usando un chirori:

1. Versa il sake nel chirori.
2. Prepara dell'acqua calda a circa 80 gradi Celsius in una pentola.3.
Posiziona il chirori in un bagno d'acqua calda e scaldalo fino a raggiungere la temperatura desiderata. Un termometro può essere utile per questo processo.

Dato che l'alcol bolle a 78 gradi Celsius, il riscaldamento del sake in acqua a 80 gradi Celsius produce un sapore più delicato, conservando la fragranza e riducendo la vivacità dell'alcol rispetto all'acqua bollente. Il chirori di Nousaku, realizzato al 100% in stagno, ti permette di gustare un sapore leggero e morbido, ed è anche utilizzabile come brocca, poiché migliora il sapore anche a temperatura ambiente.

Lo stagno è da lungo tempo conosciuto per i suoi benefici, come mantenere l'acqua fresca e migliorare il sapore delle bevande. È stato utilizzato in recipienti tradizionali per le bevande e utensili da tè. Con il tuo sake giapponese preferito in un chirori al 100% in stagno, perché non fare un brindisi con la tua famiglia e gli amici e goderti un momento delizioso e caloroso insieme?

Tazza di Sake di Nousaku
https://www.shokunin.com/it/nousaku/shuki.html

Riferimenti
https://www.youtube.com/watch?v=IbWcba6PFZc
https://www.nousaku.co.jp/product/column-kanzake/
https://kotobank.jp/word/%E3%81%A1%E3%82%8D%E3%82%8A-569809
https://www.gekkeikan.co.jp/enjoy/sake/type/type01.html

1

2

3

4

[Kan Kikuchi]

Kan Kikuchi (scritto come 菊池寛 in giapponese) ha lasciato dietro di sé una prolifica collezione di opere che includevano la commedia "Il ritorno del padre", che raffigurava il complesso intreccio d'amore e odio tra un padre prodigo e la sua famiglia, e il popolare romanzo "Madame Pearl", che ritraeva una strega affascinante che manipolava gli uomini con la sua considerevole ricchezza e bellezza. La sua produzione creativa ha esercitato un'influenza significativa sulle generazioni successive di scrittori.

Nato nell'anno 21 dell'era Meiji (1888) nella città di Takamatsu, prefettura di Kagawa, intraprese il suo percorso educativo alla Prima Scuola Superiore di Tokyo. Fu lì che incontrò persone come Ryunosuke Akutagawa e Seiichi Kume. Tuttavia, si trovò coinvolto in un incidente di furto di un amico verso la fine degli studi, che portò alla sua sfortunata espulsione. Mentre molti dei suoi compagni passarono alla prestigiosa Università Imperiale di Tokyo, lui scelse di iscriversi all'Università Imperiale di Kyoto. Mentre era da solo a Kyoto, lottando con sentimenti di solitudine e impazienza, Akutagawa e Kume da Tokyo si fecero avanti verso di lui, portando alla nascita della terza edizione di "Shinshicho". Questa pubblicazione, guidata principalmente dagli studenti dell'Università Imperiale di Tokyo, passò dalla prima e dalla seconda edizione diventando una piattaforma significativa per Kan Kikuchi, Ryunosuke Akutagawa, Seiichi Kume e Yuzuru Matsuoka durante la terza e quarta edizione. Collettivamente noti come la "fazione Shinshicho", divennero figure centrali e un punto di riferimento della letteratura dell'era Taisho.

Durante questo periodo, presentò ciò che sarebbe diventata la sua opera rappresentativa, "Il ritorno del padre". Tuttavia, essa non ottenne immediatamente il riconoscimento del pubblico. Invece, opere come "Diario di uno scrittore sconosciuto", che trasse ispirazione da sé stesso e da Akutagawa, e il romanzo seriale "Madame Pearl", pubblicato sui giornali, ottennero apprezzamento. Attraverso queste opere, consolidò la sua posizione tra gli autori popolari. Nell'anno 12 dell'era Taisho (1923), fondò la rivista "Bungeishunju" per giovani scrittori.

Nel suo messaggio inaugurale per la rivista, espresse: "Sono stanco di parlare come richiesto. Voglio esprimere i miei pensieri senza preoccuparmi dei lettori o degli editori, con una mente libera. Molti dei miei amici probabilmente condividono lo stesso sentimento. Inoltre, tra i giovani che conosco, ci sono molti che hanno qualcosa da dire ma si sentono esitanti. Per il mio bene e per gli altri, ho deciso di lanciare questa rivista letteraria". Distinta per il suo prezzo accessibile rispetto ad altre pubblicazioni, la rivista attirò l'attenzione per i suoi illustri collaboratori, tra cui Akutagawa, e per i coinvolgenti concetti editoriali di Kikuchi. Il numero inaugurale si esaurì in poco tempo e le edizioni successive ottennero elogi, portando infine alla fondazione dell'entità indipendente "Bungeishunju Sha". La sua abilità si estese nel campo imprenditoriale.

Nell'anno 10 dell'era Showa (1935), istituì il Premio Akutagawa e il Premio Naoki per commemorare la scomparsa dei suoi amici di una vita e delle persone con cui aveva profonde connessioni attraverso Bungeishunju: Ryunosuke Akutagawa e Sanjugo Naoki. Questa iniziativa mirava non solo a preservare i loro contributi per le generazioni future, ma anche a presentare scrittori meno conosciuti al mondo. Entrambi i premi continuano a essere importanti riconoscimenti letterari ancora oggi.

Sala esposizione Ginza: *Situata al secondo piano di ciò che era conosciuto come "Ginza Apartment" (ora Okuno Building), una volta residenza e luogo di lavoro di Kan Kikuchi.
https://www.shokunin.com/it/showroom/ginza.html

Riferimenti
https://ja.wikipedia.org/wiki/%E8%8F%8A%E6%B1%A0%E5%AF%9B
https://www.bunshun.co.jp/recruit/about/idea/
https://www.city.takamatsu.kagawa.jp/kurashi/kosodate/bunka/kikuchikan/nenfu.html
https://www.bunshun.co.jp/shinkoukai/award/index.html#kikuchi

2

2.

3

4

5

6

7

8

9

10

[Hotel New Grand]

Hotel New Grand è l'unico hotel classico a Yokohama. Ha un fascino che affascina i visitatori e ci andavo spesso quando vivevo a Tokyo.

Aperto nel 1927 a Yokohama, prefettura di Kanagawa, l'edificio principale dell'Hotel New Grand è uno degli hotel classici rappresentativi del Giappone ed è stato una finestra sulla cultura straniera nella città di Yokohama. L'edificio principale è stato progettato da Jin Watanabe, che ha progettato anche il Ginza Wako e altri edifici. È stato visitato da molte persone famose, tra cui il generale MacArthur, Charlie Chaplin e Babe Ruth. Nel 1991 è stato aperto un edificio a torre di 18 piani accanto all'edificio principale, offrendo una vista panoramica sul porto di Yokohama, compresi il Bay Bridge e il Grand Pier. Nel 1992 è stato designato come edificio storico dal Comune di Yokohama e nel 2007 è stato riconosciuto come Patrimonio di Industrializzazione Moderna dal Ministero dell'Economia, del Commercio e dell'Industria. Oggi l'Hotel New Grand è ancora un punto di riferimento familiare di fronte al Parco Yamashita a Yokohama, basato sul concetto di gusto europeo.

L'edificio principale ha ancora l'aspetto che aveva quando è stato aperto nel 1927. La prima cosa che colpisce l'occhio entrando nell'edificio principale è la grande scala, il simbolo dell'Hotel New Grand. Il tappeto blu, le piastrelle su entrambi i lati e l'illuminazione sono così belli che sembra di essere entrati in un film. Non è sorprendente che la scala sia stata effettivamente utilizzata come location per le riprese di film come "The Wow-Choten Hotel" e "Karei-naru Ichizoku". Dopo aver salito la grande scala, troverai "The Lobby". La lobby è rivestita con antichità dell'epoca dell'apertura dell'hotel, tra cui la "Poltrona del Re", un mobile di Yokohama, e l'intero spazio emana eleganza. I soffitti alti e le grandi finestre permettono alla luce morbida di entrare, creando uno spazio confortevole e lussuoso con una lunga storia. Potresti aspettare quanto vuoi in una lobby come questa.

Ci sono diversi caffè e ristoranti nell'edificio principale e una passeggiata nell'edificio e intorno ad esso è sufficiente per trascorrere una meravigliosa vacanza, ma prima vorrei presentarti "Coffee House The Cafe". Qui puoi gustare una varietà di piatti in stile occidentale che sono stati creati all'Hotel New Grand e diffusi da Yokohama in tutto il Giappone. Doria, Neapolitan e il budino à la mode sono nati all'Hotel New Grand. Sin dalla sua apertura, l'Hotel New Grand ha posto particolare enfasi sui suoi ristoranti con lo slogan "strutture all'avanguardia e cucina in stile francese", il che ha portato alla creazione di menu che sono ancora ampiamente conosciuti oggi e hanno avuto un notevole impatto sulla cultura alimentare giapponese. Il salotto della lobby chiamato "La Terrace" collega la lobby anteriore all'edificio principale, dove puoi gustare il tè del pomeriggio, le torte e il tè in uno spazio blu classico con una vista incantevole sul patio.

Di sera, vai al "Bar Sea Guardian II". Questo autentico bar in stile britannico offre un'atmosfera maestosa, rilassata e eccezionale. La melodia di "Sea Guardian de yowasarete" suona nella tua testa? Questo è il bar che appare nella famosa canzone dei Southern All Stars, "Love Affair: Himitsu no Date". Il cocktail speciale "Yokohama", che esce in un bicchiere triangolare, è stato creato con l'immagine di un tramonto a Yokohama in mente ed è delizioso con il ghiaccio croccante e la dolcezza rinfrescante dell'arancia e del melograno. E la grande sorpresa della mattina successiva è la colazione. Le Normandie, un ristorante panoramico al quinto piano dell'edificio Tower, ha un interno degli anni '30 che crea uno spazio teatrale e una vista panoramica sul Porto di Yokohama. Alla luce del mattino, mangiando insalata di verdure fresche e soffice omelette semplice, e bevendo tè che può essere versato per più riempimenti, la mattina era così euforica che pensavo che sarebbe apparsa in somato.

L'Hotel New Grand offre un comodo accesso a Minato Mirai, ma il Parco Yamashita, Chinatown di Yokohama e le aree di Motomachi e Yamate sono raggiungibili a piedi. La posizione consente anche di cenare a Chinatown di Yokohama senza preoccuparsi dell'orario di ritorno di notte, o di svegliarsi presto al mattino per fare una passeggiata lungo il mare al Parco Yamashita e godersi l'eccezionale lusso di Yokohama al massimo.

Anche se non hai pianificato di soggiornare in questo hotel, quando visiti Yokohama, vorrai passare per quell'architettura, quell'atmosfera e quel gusto. È un hotel che sicuramente sarà impresso nei cuori di molte persone come un luogo da custodire con vari ricordi. Spero che questo hotel classico, che esiste da circa 96 anni, continui ad essere amato dalle persone per decenni a venire.

Hotel New Grand
https://www.hotel-newgrand.co.jp/
Showroom di Ginza
https://www.shokunin.com/it/showroom/ginza.html