February 2024

1

1.5

2

4

[Comunicazione di revisione dei prezzi]

A partire dal 2024/3/1, alcuni articoli aumenteranno di prezzo a causa dell'aumento dei costi delle materie prime. Se state pensando di acquistarli, vi preghiamo di effettuare l'ordine prima di questa data.

Bicchiere da sake definitivo di Hirota Glass
https://www.shokunin.com/it/hirota/nihonshu.html

1

2

3

4

[Il matcha e la cerimonia del tè giapponese]

Negli ultimi tempi esiste un'ampia varietà di dolci e bevande a base di matcha, che ha un delizioso sapore e aroma agrodolce. Il tè si ricava da una pianta chiamata chanoki (pianta del tè). Il matcha si ottiene dalle "tencha (foglie di tè)", che vengono cotte a vapore ed essiccate prima di essere macinate su una macina. Il tè contiene catechine e vitamina C, che agiscono come antiossidanti e attivano le cellule immunitarie, mentre il tencha contiene alti livelli di teanina, un tipo di aminoacido che si trova nelle foglie di tè e che ha il vantaggio di rilassare e migliorare la concentrazione.

La cultura tradizionale giapponese del "sado (chado)" o "chanoyu" si riferisce al rituale e allo stile del tè. La cerimonia del tè è una forma d'arte completa che combina il valore estetico del giardino che conduce alla sala da tè (chiamato roji), la decorazione della sala da tè, la selezione e l'apprezzamento degli utensili da tè, il cibo servito e l'etichetta del servizio del tè, con la spiritualità e il pensiero che enfatizza l'interazione spirituale tra il maestro e i suoi ospiti, dove si può notare lo spirito giapponese di ospitalità che continua ancora oggi.

Il tè fu introdotto in Giappone dalla Cina durante il periodo Nara (710-794). In seguito, Eisai, che divenne il fondatore della scuola Rinzai del Buddismo Zen dopo aver completato la sua formazione nella dinastia Song in Cina durante il periodo Kamakura (1192-1333), riportò i semi di tè e, insieme al Buddismo Zen, diffuse la coltivazione e il consumo del tè in tutto il Paese. Nel "Kissa Yojoki", il libro di Eisai sulla storia e i benefici del tè, si legge che "il tè è un elisir di cura e un buon modo per prolungare la vita delle persone". Si dice anche che la pratica zen sia una pratica per tenere le persone sveglie e che, aumentando il desiderio di dormire, gli altri desideri vengano tagliati. Eisai incorporò il tè nella pratica Zen e, prima di sedersi in zazen, eseguì il rituale del charei, in cui il tè viene servito come medicina per risvegliare la sonnolenza. La cerimonia del tè deriva da questo charei.

Nel periodo Muromachi (1336-1573), i "karamono" provenienti dalla Cina erano in voga e le cerimonie del tè che li utilizzavano divennero popolari. D'altra parte, Murata Jukou stabilì lo stile Wabicha della cerimonia del tè, che utilizzava utensili da tè giapponesi chiamati "wamono" e sottolineava lo scambio spirituale tra il maestro e i suoi ospiti. In uno degli scritti di Shukoh, noto come "Kokoro no Fumi", indirizzato ai suoi discepoli, scrive: "Sii un insegnante della mente. Non lasciare che la tua mente sia il tuo insegnante". Come disse: "Sii in grado di controllare la tua mente, non di farti influenzare dalla tua mente mutevole", Juko mirava a rendere la cerimonia del tè "un luogo per la pratica spirituale dove puoi controllare la tua mente e confrontarti con te stesso".

In seguito, Joou Takeno ereditò questo spirito e il suo discepolo Sen no Rikyu perfezionò lo stile Wabicha durante il periodo Azuchi-Momoyama (1573-1600), che divenne la base dell'attuale cerimonia del tè. Molte scuole di cerimonia del tè, tra cui Omotesenke, Urasenke e Mushanokoji Senke, sono state create dai discendenti di Sen no Rikyu e sono ancora oggi molto popolari.

Rikyu insegnò "和敬清寂 (armonia, rispetto, purezza e silenzio)" e le "利休七則 (Sette Regole di Rikyu)". "和敬清寂" significa che il padrone di casa e l'ospite devono rispettarsi a vicenda con animo sereno e mantenere puliti gli articoli e l'atmosfera della sala da tè. I "利休七則" consistono nel preparare il tè in modo che chi lo beve lo trovi gustoso, nel posizionare il carbone in modo che l'acqua bolla al momento giusto, nel disporre i fiori in modo naturale come sbocciano nel campo, nel creare un ambiente confortevole sia in primavera che in estate, nell'essere puntuali e nel prepararsi a tutto con cura e senza negligenza. Si dice che il cuore di tutto il tè sia contenuto in queste quattro brevi lettere e sette insegnamenti.

Il libro "Bushido" (pubblicato nel 1899) di Inazo Nitobe descrive la cerimonia del tè come il modo di fare di un samurai. La cerimonia del tè è stata resa popolare in tutto il mondo da "Il libro del tè" di Okakura Tenshin (Kakuzo) e da "Zen e cultura giapponese" di Daisetz Suzuki. Entrambi i libri sono stati scritti in inglese e i valori unici, la spiritualità e l'estetica della cultura giapponese possono essere visti nel mondo della cerimonia del tè e dello Zen che risuonano nel cuore.

Il set Matcha di Susumuya è un utensile da tè per il piacere quotidiano del matcha. Il Matcha Katakuchi, appositamente progettato per il matcha, è un modo eccellente per servire il matcha a più persone alla stessa temperatura, spessore e tempistica. Versarlo in un piccolo Guinomi Matcha è come bere un espresso in un caffè. Perché non preparare un tè delizioso, dei dolci e i vostri utensili e recipienti preferiti per il tè e sperimentare la cultura del tè che continua ancora oggi?

Set Matcha di Susumuya
https://www.shokunin.com/it/susumuya/matcha.html
Mamezara di Slipware di Tansougama
https://www.shokunin.com/it/tansou/slipware.html
Kanamari S di Otera Kohachiro Shoten
https://www.shokunin.com/it/otera/kanamari.html

Riferimenti
https://ja.wikipedia.org/wiki/チャノキ
https://ja.wikipedia.org/wiki/碾茶
https://ja.wikipedia.org/wiki/茶道
http://shizuoka-cha.com/index.php/ocha
https://ja.wikipedia.org/wiki/武士道_(新渡戸稲造)
https://ja.wikipedia.org/wiki/和敬清寂
https://ja.wikipedia.org/wiki/抹茶
https://www.urasenke.or.jp/textb/shiru/beginer/kokoro.html

151118 9832

151118 9837

151118 9840

151118 9845

151118 9846

[Kamadosan di Nagatanien è stato aggiunto]

L'argilla Iga, nota anche come "argilla che respira", si riscalda lentamente quando viene messa sul fuoco e bolle rapidamente; anche dopo averla tolta dal fuoco, non si raffredda facilmente grazie alle sue proprietà di accumulo del calore. Per questo motivo, è stata a lungo considerata dai cuochi professionisti come la migliore per la cottura del riso.

Volevano portare questo gusto anche a casa. Dopo tre anni e mezzo di ricerca e sviluppo, è stata completata la pentola di terracotta "Kamadosan" che cuoce un riso delizioso senza calore, senza rovesciarlo e senza alcun problema. Quando si apre il coperchio, il riso appena cotto è soffice e lucido. Regolando il tempo di cottura, si possono preparare okoge saporiti a piacere.

La produzione di Nagatanien è partita dall'idea di "come mangiare bene e bere bene il sake". Il Kamadosan è il risultato di un gruppo di persone che amano mangiare. Perché non iniziare un tavolo da pranzo con la famiglia e gli amici e creare uno spazio piacevole che riempia il cuore di emozioni con il Kamadosan?

Kamadosan di Nagatanien
https://www.shokunin.com/it/nagatanien/kamadosan.html